Cosa significa essere Mamma

Progetto emozionale per la festa della mamma

Il progetto Festa della Mamma è un progetto fotografico che abbiamo deciso di realizzare con l’aiuto delle mamme che ci seguono.

L’idea era di regalare un servizio fotografico alla mamma che più ci avrebbe emozionati. Ognuna di voi è stata invitata a mandarci delle foto con la propria figlia e un breve brano in cui  spiegava “cosa significa essere mamma”.

Se vuoi, puoi andare a leggere PERCHÉ ABBIAMO DECISO DI FARE UN PROGETTO FOTOGRAFICO MAMMA E FIGLIA

 Quale mamma abbiamo scelto e perché

Tra tutte le email che sono arrivate e che ci hanno emozionati, ecco quella che più ci ha colpiti.

Lasciamo adesso spazio alle parole di Anna, 47 anni di Casalbordino.

 Questa è la mamma che ci ha toccato l’anima più di tutte.

 

      Ciao, sono Anna, ho 47 anni e sono mamma di due ragazzi meravigliosi, Marco di 23 anni e Andrea Floriana di 20 anni.

Penso che l’idea di questo servizio fotografico per la festa della Mamma sia fantastica!

Mi avete chiesto cosa significa per me essere mamma, un quesito molto complicato e difficile da esprimere a parole, al quale risponderò lasciandomi guidare dal cuore.

Una mamma è per sempre ed io sono felice ed orgogliosa di esserlo, con Marco e Andrea è stata e continua ad essere un’avventura meravigliosa.

Non si nasce già mamma, non lo insegnano a scuola, non ci sono libri o guide, ma è un qualcosa di unico, istintivo e speciale che ho scoperto piano piano fino a creare un legame affettivo forte e incondizionato con entrambi, ma con Andrea ci accomuna anche il fatto di essere donne.

Da piccola giocavo spesso con le bambole e mi immedesimavo nel ruolo di mamma, non avrei mai potuto immaginare cosa significasse però esserlo davvero. Si cresce insieme ai figli alla scoperta del mondo, li ami incondizionatamente, li educhi, ti prendi cura di loro, ti impegni a proteggerli, a renderli felici e a sostenerli nei momenti difficili, come è accaduto con Andrea: la vita ci ha messe a dura prova, ma abbiamo sempre trovato il modo di affrontare le difficoltà insieme.

Da mamma sai bene che un giorno dovrai lasciarli andare, impareranno a volare da soli e si staccheranno da te. Ti mancheranno da morire come Andrea che ora è all’università. Voleranno liberi ma sapranno sempre che tu sei lì a sostenerli; potranno tornare se avranno bisogno, perché tu sarai pronta ad aiutarli.

Ho insegnato ai miei figli cosa significa amare ma anche perdonare, a rispettare e aiutare gli altri, a credere nei valori della vita;  anche se gli sbatteranno mille porte in faccia, non dovranno mai arrendersi, ma credere in loro stessi e così prima o poi troveranno la strada che gli permetterà di realizzare i loro sogni, l’importante è crederci ed impegnarsi.

Spero di essere riuscita a spiegare quanto sia bello per me essere MAMMA ❤.

 

Ps: Vorrei ringraziarvi per avermi fatto riflettere in questi giorni sul mio ruolo di Mamma e su quanto io sia importante per i miei figli e loro per me, mi sono sentita orgogliosa di me stessa.  ”   

 

Anna, semplicemente una mamma.       

 

Forse la parte che più ci ha colpito è proprio il post scriptum, perché la sola idea di aver portato una persona a farsi delle domande su una cosa in apparenza così naturale e scontata, per noi è un traguardo bellissimo.

Nel prossimo articolo, MAMMA E FIGLIA: UN’EMOZIONE CHE DURA UNA VITA, vi mostreremo le altre foto del servizio fotografico fatto con Anna e Andrea e vi faremo leggere le impressioni sulla loro esperienza.

Continuate a seguirci e se non l’avete ancora fatto, iscrivetevi alla Newsletter.

no comments
Comment

Your email is never published or shared. Required fields are marked *